CercaEnergia

Reply

soluzione per cappotto interno. Intelligente o da evitare?

« Older   Newer »
saviofuturo
view post Posted on 12/9/2011, 08:11 Quote




Ciao a tutti, dopo una lettura profonda di molti consigli del sito sono arrivato ad elaborare una proposta per cappotto interno che vorrei sottoporvi.
Premetto che si tratt di ristrutturazione di appartamento in palazzina con struttura in pilastri e tamponamenti in laterizio degli anni '70.
Dai calcoli mi risulta dover mettere un isolamento di 9 cm cicrca di fibra di legno.

Ipotesi da esterno a interno:
. muro esistente
.listelli di legno con spazi riempiti da pannelli di fibra di legno di 6 cm.
. freno al vapore
. rivestimento aggabcato ai listelli di legno di pannelli preaccoppiati di fibra di legno (3 cm) rivestiti di crtongesso.

A occhio questo cappotto, oltre ad avere lindubbio vantaggio di essere montato a secco, mi sembra piu' performante dei cappotti intonacati perchè indubbiament la lastra di cartongesso garantisce di poter appendere oggetti con maggiore facilità.

I dubbi sono invece i seguenti:
. il freno al vapor sarà bucato per far si che i chiodi ancorino i pannelli preaccoppiati ai listelli di legno. Va bene o decade la sua funzione?
. è vero che è suggerito un freno al vapore molto traspirante amche sul lato esterno della fibra di legno? alcuni lo consigliano, ma alla verifica di fazer non me lo da necessario

Grazie a tutti
 
Top
view post Posted on 12/9/2011, 10:16 Quote
Avatar

Appassionato

Group:
Member
Posts:
912
Location:
Provincia di Rimini

Status:


CITAZIONE (saviofuturo @ 12/9/2011, 08:11) 
" ma alla verifica di fazer non me lo da necessario"

:laughing1.gif: lapsus froidiano???? hahaha

Grazie a tutti


Zona E - Gradi giorno 2186 - irradianza 297
Villetta a schiera anni 90:
2009 - infissi in PVC triplo vetro, BE+ Argon Uw 0,9;
2011 - Ristrutt. copertura in laterocemento + 16 cm Fibra di legno - U 0,17;
2013 - Installazione Vmc con recuperatore - Confoair 350 - e corretta posa (a tenuta d'aria) degli infissi Internorm!

Caldaia a metano per Acs + Stufa a legna 9 Kw per riscaldamento.
No Fv, no Solare termico
 
PM Email  Top
saviofuturo
view post Posted on 12/9/2011, 13:32 Quote




già!
Ho contattato una impresa e mi ha confermato la bontà della mia ipotesi e mi ha inviato un loro dettaglio costruttivo con una sorpresa. Ovvero che la stratigrafia da loro proposta è, da interno a esterno:
cartongesso
fibra di legno
freno al vapore
lana di roccia
parete esistente.

Ora il mio dubbio è: ma se si dice sempre che gli isolanti con massa superiore devono essere messi all'eterno, perchè propogono una cosa al contrario? Forse questo discorso vale solo per i cappotti esterni?

Comunque credo che invece che lana di roccia rimarro' su fibra di legno, ma vorrei avere un parere per capirne le ragioni.

Infine un dubbio mio: è utile lasciare un po' d'aria tra la lana di roccia e la parete per la condensazione?


Grazie
 
PM  Top
view post Posted on 12/9/2011, 14:25 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
5,137
Location:
L'Aquila/Bolzano

Status:


....allora...il freno vapore quando lo fori, lo fai usando guarnizioni passachiodo...
La massa maggiore va fuori...se esterno...
L'aria ferma è il miglior isolante esistente...

Non è importante chi ha inventato la ruota ma...chi ne ha messe in fila due!!!
L'AQUILA AQ E 2514 273 714 42° 22' 13° 23'


Album 1 Vespaio areato e suo sfruttamento Seminterrato Cappotto Tetto Impianti Soppalco Infissi Pareti e contropareti Esterni Varie

 
PM Email  Top
view post Posted on 12/9/2011, 15:03 Quote

Veterano

Group:
Member
Posts:
3,380

Status:


CITAZIONE (fazer111 @ 12/9/2011, 14:25) 
L'aria ferma è il miglior isolante esistente...

dopo il vuoto :)
 
PM Email  Top
saviofuturo
view post Posted on 12/9/2011, 19:20 Quote




ok, quindi per un cappotto interno il discorso della massa sull'esterno non ha senso. Bene.
In realtà, per la questione aria, l'avevo proposta non tanto in quanto isolante, ma perchè il tecnico di una nota ditta mi aveva detto essere utile posizionarlo tra isolante e parete esterna in caso di condensa. Mi sembra strano ma tant'è. E volevo una qualche conferma.
Grazie
 
PM  Top
view post Posted on 19/9/2011, 21:17 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
5,137
Location:
L'Aquila/Bolzano

Status:


...la stratigrafia deve essere calcolata per evitare tale evenienza...sia per quello che riguarda la condensa interstiziale che quella sulla parete stessa...ecco la mania di eliminare i ponti termici. Fare un cappotto interno ben calcolato è una rogna. L'unica soluzione valida è l'eliminazione alla radice del problema...o tagli o aspiri...l'umidità interna non deve poter condensare sulle superfici ergo...t delle stesse più alte di 14...15 gradi. Sul sito Celenit nel manuale dei ponti termici, hai le t di condensa con le varie soluzioni....è una miniera di info...

Non è importante chi ha inventato la ruota ma...chi ne ha messe in fila due!!!
L'AQUILA AQ E 2514 273 714 42° 22' 13° 23'


Album 1 Vespaio areato e suo sfruttamento Seminterrato Cappotto Tetto Impianti Soppalco Infissi Pareti e contropareti Esterni Varie

 
PM Email  Top
6 replies since 12/9/2011, 08:11
 
Reply