CercaEnergia

Reply

Impianti per Casa clima A in Bioedilizia, Pompa di calore aria/aria - FV - Ricircolo aria con recupero calore

« Older   Newer »
Alessio73
view post Posted on 31/8/2011, 09:51 Quote




Aggiornamento capitolato:

Muri

- Spessore: 260 mm. (opzione “chiavi in mano”)
- Coefficiente di isolamento termico U = 0,176 W/m2K
- Classe di resistenza al fuoco: F 30-B

---------------------

Finestre

- Tutte le finestre in legno e PVC sono dotate di doppio
vetro termoisolante e sistema di bordatura con
coefficiente Ug = 1,1 W/m2K. Il coefficiente di isolamento
termico per l'intera finestra montata è
Uw =1,2 W/m2K.


Triplivetri:

Nel caso delle finestre in PVC il valore
Ug viene ulteriormente migliorato a 0,6 W/m²K e per
le finestre in legno a 0,8 W/m²K.

---------------------

Portoncini di ingresso

un coefficiente
di isolamento termico U medio fino a 0,715 W/m2K.
+ vetro U fino a 1,1 W/m2K.

---------------------

Bagni:

- Scaldasalviette in uno dei bagni dell’unitá abitativa
incluso nell’impianto desiderato
In caso di riscaldamento con pompa di calore, il
scaldasalviette sará elettrico.

---------------------

Per il ricambi d'aria obbligatori per legge, in caso di assenza della VMC dicono di "aprire manualmente le finestre".

----------------
 
Top
view post Posted on 1/9/2011, 15:21 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Alla faccia 320 di irradianza: massa, massa e ancora massa.
Fibra di legno in parete e anche sul tetto, se sul tetto fosse previsto EPS o XPS.
Credo che comunque avrai necessità di quanto suggerito: Per l'estate una VMC fatta bene magari integrata a bordo con un piccolo condizionatore potrebbe essere la migliore soluzione.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 1/9/2011, 15:27 Quote




Grazie e per l'inverno?

PS:Dovrebbe essere tutta fibra di legno
 
PM  Top
view post Posted on 1/9/2011, 16:18 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Perfetto

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 1/9/2011, 16:22 Quote




Intendi per la fibra di legno o per il riscaldamento invernale?
 
PM  Top
view post Posted on 2/9/2011, 10:44 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Per la fibra.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 2/9/2011, 11:03 Quote




Ok..e cosa suggerisci alla per il riscaldamento invernale... dati alla mano? Riscaldamento a pavimento oppure anche VMC + pdc aria/aria??
 
PM  Top
view post Posted on 2/9/2011, 11:16 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


caldaia a condensazione per riscaldamento e ACS estate e e inverno.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 6/9/2011, 09:18 Quote




Con riscaldamento a pavimento quindi...?
 
PM  Top
view post Posted on 6/9/2011, 14:41 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Certamente

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
view post Posted on 6/9/2011, 15:49 Quote

Interessato

Group:
Member
Posts:
123
Location:
Verona

Status:


X dotting:

secondo te con questi dati (quindi simili ad alessio):

Zona E, G.G. 2327, irradianza 281, altitudine 18, latitudine 45° 11' e longitudine 11° 12'.

quale parete è la + indicata:

1) parete a telaio con cappotto eps 6cm + isolamente in legno U=0,17 sfasamento 9,5 ore (totale 26cm)

2) parete a telaio con cappotto eps 10cm + isolamente in lana minerale (ma non è la lana di roccia?!?!?) U=0,135 sfasamento 8,5 ore

Casa da costruire (quando riesco a scegliere il sistema costruttivo meno peggio)

- Involucro classe A/B spinta: consumo <5 e >3 litri, pareti vericali <= U=0,20 e sfasamento >=10 ore, tetto con U<=0,20 e sfasamento >=13 ore e pavimento contro terra <=0,30. Fondazione da scegliere su livello di campagna: platea su vetro cellulare o travi rovesciate con ventilazione ad igloo.
- Impianti: pavimento radiante, caldaia condensazione con centralina climatica e sonda esterna (grazie fringui) + caldaia a biomassa con bollitore da 750litri, fotovoltaico 1kw e VMC da decidere.
- Zona climatica: E (clima rigido in inverno, molta umidità, in inverno apporti solari quasi nulli causati dalla nebbia :-) ) G.G. 2327, irradianza 281, altitudine 18, latitudine 45° 11' e longitudine 11° 12'.
 
PM Email Web  Top
view post Posted on 6/9/2011, 16:10 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Con i tuoi valori la due.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 10/9/2011, 16:43 Quote




Aggiornamento:

Ciao... allego link dell'impiato che mi hanno proposto e mia mail alla ditta costruttrice:

Zehnder ComfoAir 350

http://www.zehnder.it/comfosystems/Scheda%...f,fileport.html

+

Zehnder ComfoPost ( Batteria di post trattamento per sistemi di ventilazione comfort)

http://www.zehnder.it/comfosystems/Scheda%...f,fileport.html

dal sito:

--> www.zehnder.it/comfosystems/

------------------


Salve,
vi scrivo in quanto presto inizierà la costruzione della mia nuova casa targata Rensch Haus.
Per quanto riguarda i sistemi di riscaldamento/ventilazione forzata mi sono stati offerti i seguenti vs prodotti:
• ConfoAir 350 o 550  ventilazione forzata
• Zehnder ComfoPost  che mi dicono essere la pompa di calore aria/aria (?!?)

Leggendo le schede, premetto che non sono un termotecnico, mi sembra di capire che il ComfoPost sia una “Batteria di post trattamento” cioè quella che dovrebbe raffreddare/riscaldare l’aria in ingresso alla casa.
Purtroppo non si capisce come:
• Riscaldi l’aria (si parla di acqua calda), ma come viene riscaldata? Non si fa menzione a pompe di calore.
• Non si parla di deumidificazione, fondamentale in pianura padana (provincia di Cremona) ne tantomeno della fase di raffrescamento
• Non si parla di consumi elettrici e di conseguenza diventa difficile pre dimensionare un potenziale impianto fotovoltaico.
• Insomma, non si capisce se sia una soluzione completa per la casa come potrebbe essere il comfobox
Alla luce dei precedenti punti, vi chiederei gentilmente di chiarirmi meglio l’impiantistica, per capire il funzionamento completo del sistema (quello della ventilazione forzata è ben spiegato sul sito).
Inoltre, non essendo molto lontani da voi (siamo 15 km a nord di Parma), volevo sapere se avevate già installato impianti come quelli offerti dalla Resch. In diversi mi sconsigliano il riscaldamento tramite “aria” (poco confortevole, presenza di correnti d’aria) quindi sarebbe stato utile poter testare sul campo tale impianto e soprattutto se è efficace per le ns zone (in relazione ai consumi termici della casa).
Mi è stato solo detto che:
• prima di installare il sistemi di ventilazione, deve essere calcolato il consumo energetico della
casa (non deve essere superiore a 5 kW/h/ mq.ab./anno)
• l´impianto va bene per zone pianeggianti - NO in montagna!

Spero in una vs rapida risposta, in quanto dovrei prendere una decisione prima di andare in Germania per la scelta del capitolato.
Grazie, Alessio Aramu
 
PM  Top
view post Posted on 30/10/2011, 08:54 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Il primo link si riferisce ad un classico apparato per il ricambio dell'aria con recupero di calore dell'aria calda espulsa che va a riscaldare in controcorrente l'aria fredda in ingresso.

Il secondo link mostra una semplice resistenza elettrica posta all'interno di un canale di mandata.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
Alessio73
view post Posted on 25/6/2012, 13:25 Quote




Aggiornamento:

Ciao a tutti... la casa è in costruzione...è stato da poco gettato il massetto.... il dubbio che ho adesso riguarda i contatori, mi spiego:

La casa dovrebbe avere un consumo di circa 21 KW ora mq /Anno (Casaclima A).

Pdc per riscaldamento a terra +ACS (Dimplex LIK 8ME)

Al momento ho un contatore da 6 Kw che funge da cantiere (anche se è quello definitivo ) che pensavo di tenere inalterato anche dopo per:

VMC + Artic (deo + raffrescamento) -> assorbimento max circa 1,2 Kw
Piano induzione -> assorbimento da limitare 1 Kw
Pompa del pozzo -> 1 CV = 0,7333 kW
Resto degli elettrodomestici tutti classe A+...etc
Su cui in estate switchare pa pdc per l'ACS (tramite AEG GSV2032) imponendo il funzionamento della PDC solo di giorno.  consumo?
ed a cui collegare il FV --> ancora da stimare 3Kw o 6Kw????
L’idea era di mettere il secondo contatore per la pdc (assorbimento max circa 4 Kw) da 4,5 Kw BTA3
Ora, difronte all’impreparazione voluta o meno degli operatore dell’enel…
1. Come devo ordinare tale contatore (un operatore mi parlava di tariffa bioraria!!!)
2. Link delibere IVA al 10% (ho letto i vari post ma non l’ho ancora trovato)
3. Il primo contatore vi sembra sovradimensionato??
4. Differenza di costi fissi tra 4,5 KW e 6 KW?
Scheda pdc:
http://www.dimplex.de/en/heat-pumps/air-to...on/lik-8me.html
Grazie i anticipo a tutti.



 
PM  Top
89 replies since 22/8/2011, 15:45
 
Reply