CercaEnergia

Reply

quali costi aggiuntivi di un impianto con caldaia a pellet rispetto alla condensazione?

« Older   Newer »
dagigo
icon9  view post Posted on 27/2/2009, 10:22 Quote




:wacko:
Quali sono i costi aggiuntivi di un impianto di riscaldamento e ACS con caldaia a pellet rispetto ad un impianto con caldaia a condensazione?
Dopo aver chiesto preventivi a vari termotecnici sono in tilt. Nel caso di una 'seconda casa' (usata 3 giorni a settimana) in fascia D (descritta nel post http://cercaenergia.forumcommunity.net/?t=21379128) e volendo realizzare un impianto con termosifoni con caldaia a pellet sfruttando il 55%, molti termotecnici me l'hanno sconsigliata perchè i costi di realizzazione dell'impianto non si compenserebbero negli anni. A questo punto mi chiedo, oltre al costo maggiore della caldaia (ho trovato la
compact 18 della termorossi a 3600 + iva e kit rapido ACS a 385 + iva) che costi in + devo sostenere rispetto al tradizionale impianto gpl con caldaia a condensazione? Un termotecnico mi ha detto che oltre a dover realizzare una nuova canna fumaria (ce n'è una a cui è collegata una vecchia cucina economica di dimensioni 10 x 20 che forse riuscirei a sfruttare per la condensazione), dovrei fare una vera e propria centrale termica con valvole varie.

La centrale termica però mi risulta essere necessaria se servissero + di 35KW, che non dovrebbe essere il mio caso dovendo riscaldare circa 300 mc.
E' anche vero che per il gpl dovrei installare il bombolone e predisporre tubi (quindi costo dello scavo), oppure allacciarmi ad una rete e anche qui costo di allaccio non inferiore a 1000 euro...

Che ne dite? Grazie.
 
Top
view post Posted on 27/2/2009, 10:39 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


1.- se non hai un "impianto termico" esistente da sostituire non puoi usufruire del 55%;
2.- con termosifoni la condensazione di una caldaia a GPL non la sfrutteresti;
3.- la parte di collegamento idraulico (collettori, valvolame ecc) verso i termosifoni di una caldaia a pellets è esattamente identica a quella di una caldaia a GPL;
4.- il Kit rapido di una caldaia a pellets non serve a niente se non hai una caldaia da almeno 20 kW all'acqua, al suo posto devi mettere un accumulo viene visto come un ulteriore termosifone con serpentino di scambio, più economico Idropi FVT80;
5.- non si capisce se hai un locale tecnico dove piazzare la caldaia oppure la piazzi in cucina dove dici di avere una canna fumaria;
6.- per i costi di esercizio devi vedere quì:
http://cercaenergia.forumcommunity.net/?t=19231161
7.- confermo la "centrale termica" serve oltre i 35 kW e così un "termotecnico" ce lo siamo giocato.

Siamo sicuri che gli interpellati siano dei "termotecnici" e non idraulici?

OT Discussione forse da spostare in stufe, camini e caldaie.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
dagigo
view post Posted on 27/2/2009, 11:09 Quote




Grazie mille Dotting,
la caldaia potrei metterla nel seminterrato, proprio sotto la cucina, e quindi se si potesse sfruttare la vecchia canna fumaria dovrei farne solo un pezzetto.
Gli interpellati si definiscono dei termotecnici (ma come faccio a verificarlo?), quello da scartare è anche l'ingegnere che ha seguito la pratica del 55 per la sostituzione degli infissi.
La cosa per me + difficile non essendo del settore è trovare i professionisti validi (termotecnico, idraulico, impresa edile) perchè si ha a che fare con una giungla in cui viene detto tutto e il contrario di tutto: un altro termotecnico mi ha proposto di mettere una pompa di calore in ogni stanza..., un idraulico mi ha detto che potrei mettere la caldaia a pellet senza la canna fumaria perchè tanto in molti lo fanno e nessuno controlla...., alcuni mi consigliano i termo in alluminio così scaldo prima, altri quelli in acciaio perchè è + importante l'irraggiamento...
 
PM  Top
view post Posted on 27/2/2009, 12:20 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


Bhe allora è semplice sfoltirli.

Verifica che ci sia assistenza in zona per quella caldaia.
Controlla se ci sono altre marche sempre in zona, non aggiungo altro, ma a buon intenditor........

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
gildo1
view post Posted on 27/2/2009, 13:26 Quote




Dotting precisamente i limiti dei 35 per la centrale con caldaia sono riferiti
potenza minima nominale, potenza massima o utile o qualcos'altro
perche ho avuto una discussione non ancora risolta su questo argomento
ti ringrazio in anticipo
 
Top
view post Posted on 27/2/2009, 16:09 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,481

Status:


LIBRETTO DI IMPIANTO

OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON
POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kW
(ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N° 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI)

LIBRETTO DI CENTRALE

OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON
POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kW
(ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N° 412)

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
5 replies since 27/2/2009, 10:22
 
Reply