CercaEnergia

Reply

Riscaldamento radiante elettrico

« Older   Newer »
view post Posted on 4/1/2009, 11:46 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
239

Status:


Leggendo in rete , ho trovato questo tipo di riscaldamento "che in effetti è una minch... "cosa ne pensate ? Può essere una valida alternativa al soloto pavimento radiante ad acqua , oppure ha secondo Voi delle pecche?

Qualcuno magari lo ha già usato ?

Ciao a tutti.

Edited by bornking - 6/1/2009, 17:33
 
PM Email  Top
lux70
view post Posted on 4/1/2009, 16:57 Quote




Sì, un inconveniente c'è ed è scritto anche nelle info di base del sistema: casa in classe A o al max Classe B: la tua in che classe è?
 
Top
view post Posted on 4/1/2009, 22:28 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
150
Location:
Belluno

Status:


Ineresserebbe anche a me sentite delle valutazioni.
Io, su di un edificio a basso consumo e con 3 kWp di FV integrato, VMC doppio flusso con recupero di calore, sto valutando materassini sotto pavimento, in fibra di carbonio:



Edited by tizicor - 7/1/2009, 12:08

L’eliminazione degli ostacoli di carattere burocratico è tra gli obiettivi dell'edilizia sostenibile ..
 
PM Email Web  Top
view post Posted on 4/1/2009, 23:36 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
239

Status:


La casa dovrebbe esere abondantemente in classe B, però al momento non metteremo il FV (le casse sono vuote), volevo però capire se poteva essere conveniente lo stesso, e che problemi potrebbe avere .

Ciao
 
PM Email  Top
scu
view post Posted on 5/1/2009, 02:41 Quote




il maggiore inconveniente è che... è uno spreco energetico....
perchè vorresti un riscaldamento elettrico il cui cop non può fisicamente andare oltre 1 quando con una pompa di calore potresti avere cop più alti?
oltretutto qual'è il costo di questi materassini di solito i sistemi "innovativi" non è che proprio li regalano...
 
Top
telamonio
view post Posted on 5/1/2009, 11:16 Quote




Opinione personale
Un sistema che consuma il triplo/quadruplo di energia dello stesso tipo (elettrica) di uno avente prestazioni identiche (pannelli radianti alimentati da pdc) è in ogni caso da evitare
Anche in classe A/B
A parte le valutazioni etiche sullo spreco di energia che attengono alla sensibilità dei singoli - nessuna energia può essere prodotta senza impatto ambientale, nemmeno FV (v. energia grigia x produzione pannelli etc.) anche il costo di qualche migliaio di kWh/anno buttate alle ortiche dovrebbe far riflettere.
Senti cmq il parere di chi ne sa più di me.
Saluti. F.
 
Top
view post Posted on 5/1/2009, 11:29 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
150
Location:
Belluno

Status:


Effettivamente bisognerebbe conoscere bene: costo e consumi.
Leggo nel sito: "Nelle normali applicazioni si utilizza una potenza di circa 55 Watt/mq che corrisponde, in termini di consumo, a circa 22 Watt/h mq per una media di 14 ore".

Ipotizzavo, ma già un po' mi avete smontato, di riscaldare l'edificio in progetto (Sn 132 mq EPci [kWh/m²anno] 30 o <) con stufa in pellet, VMC con recupero calore e, solo nei locali dove l'aria viene aspirata (ca mq 30), questi materassini in fibra di carbonio .
saluti.

L’eliminazione degli ostacoli di carattere burocratico è tra gli obiettivi dell'edilizia sostenibile ..
 
PM Email Web  Top
view post Posted on 5/1/2009, 14:31 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
239

Status:


In pratica sono ideali solo per scongelare lo scivolo :sick:
O tenere calde le gomme dell'automobile per il pit-stop:laughing1.gif:

Effettivamente, i Vostri stessi dubbi era no già sorti, era una richiesta fatta per avere indicazioni di tipo, sono ideali nelle pareti/pavimenti dei bagni , o di locali che si sfruttano saltuariamente.

Da quanto ho capito, si possono montare , anche direttamente sotto le piastrelle /parquet, o otto l'intonaco, e quindi anno meno inerzia termica.
Cioè, pur mantenendo un riscaldamento radiante, non è necessario mantenere acceso costantemente la fonte di calore , ed ai fini del risparmio energetico, magari la differenza non è notevole.

Anche scaldare l'acqua con un piccolo boiler elettrico(10 l) potrebbe non essere convenente, però se si mette sotto al lavandino, è più conveniente che usare la caldaia o la PDC.

Concordo che bisgnerebbe conoscere bene costi e consumi.

Che ne dite ? :bye1.gif:
 
PM Email  Top
view post Posted on 6/1/2009, 12:41 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,480

Status:


CITAZIONE (tizicor @ 5/1/2009, 10:29)
Leggo nel sito: "Nelle normali applicazioni si utilizza una potenza di circa 55 Watt/mq che corrisponde, in termini di consumo, a circa 22 Watt/h mq per una media di 14 ore".

L'ho detto e lo ripeto questi rivenditori o venditori di fumo andrebbero arrestati seduta stante, messi in galera e buttate le chiavi:
Una resistenza elettrica con una potenza di 55 Watts consuma in un'ora esattamente 55 Wattsh, in 14 ore consuma 55x14=770watts pari a 0,77 kWh.
Per una stanza di 10 mq. si dovrebbe installare resistenze per complessivi 550 Watts, in 14 ore solo per quella stanzetta si consumerebbero 7,70 kWh.
Ogni commento è superfluo, non per volervi male, ma suggerisco di cancellare i link a questi venditori di energia paranormale.

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
view post Posted on 6/1/2009, 18:32 Quote
Avatar

Interessato

Group:
Member
Posts:
239

Status:


Hai ragione dot :sorry.gif:

Ciao
 
PM Email  Top
view post Posted on 3/4/2009, 19:46 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,480

Status:


CVD, Come Volevasi Dimostrare:
http://forum.ingegneri.info/viewtopic.php?...80e97b4011db2c7

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
view post Posted on 3/4/2009, 20:54 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
5,842
Location:
Cannobio

Status:


Giusto per ribattere ;)
In svizzera parecchi riscaldamenti sono fatti a corrente nel pavimento.. ma la corrente in svizzera costa parecchio meno che da noi.. basti pensare che solo ultimamente le loro case iniziano ad avere il gas.. hanno sempre usato tutto a corrente, fornelli, riscaldamenti, scaldabagni.

Il nick è FRINGUI

Pannelli 56 tubi U-pipe Apertura 8,84 m2 Orient./Inclin.: SUD-SUD/EST / 60°
Caldaia Condensazione 24 kW Termostufa Legna: 13,8 kW (3kW ambiente 10,8kW Acqua)
Puffer 750 L 3 serpentine
Riscaldamento: pannelli radianti 130 m2 + Scalda-salviette
Località: Cannobio - Prov. VB - Gradi Giorno 2.583 - Zona Climatica E
 
PM Email  Top
view post Posted on 4/4/2009, 07:32 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
9,480

Status:


Se è per quello anche in Francia non scherzano.
Casa di mia figlia che vive lì, riscaldamento con convettori elettrici da parete, scaldabagno da 120 litri per due persone, che ho trovato regolato a circa 80°C.
In tutte le case, anche quelle in centro, è presente un bel camino e se voi vedete qualche foto dei tetti, sono pieni di comignoli.
Non ne usano più uno, riscaldamento tutto elettrico.
Ho cercato nei vari Castorama, Carrefour le classiche stufette ad infrarossi che da noi hanno tutti i centri commerciali, niente, consumano troppo poco!!

Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.
 
PM Email  Top
view post Posted on 5/4/2009, 19:02 Quote
Avatar

Veterano

Group:
Member
Posts:
5,842
Location:
Cannobio

Status:


E' sempre così.. hai tanto di una cosa.. non si pensa.. allora ce l'avremo per tantissimo e spenderemo pochissimo... ma se in Italia si spende 100 consumando 50.. in Francia consumano 200 per spendere 100.. risultato.. non c'è risparmio e l'inquinamento al posto di scendere sale.. ahhhhhhhh fastidio ;)

Il nick è FRINGUI

Pannelli 56 tubi U-pipe Apertura 8,84 m2 Orient./Inclin.: SUD-SUD/EST / 60°
Caldaia Condensazione 24 kW Termostufa Legna: 13,8 kW (3kW ambiente 10,8kW Acqua)
Puffer 750 L 3 serpentine
Riscaldamento: pannelli radianti 130 m2 + Scalda-salviette
Località: Cannobio - Prov. VB - Gradi Giorno 2.583 - Zona Climatica E
 
PM Email  Top
nencio74
view post Posted on 1/3/2010, 22:05 Quote




salve a tutti,

siccome presto ristrutturerò casa, mi sono imbattuto nel sisitema di riscaldamento radiante a pavimento, tra questi sto valutando anche quello elettrico in fibra di carbonio della thermal technology di treviso e sulla carta considerando una classe di isolamento della casa di almeno C sembra davvero conveniente rispetto al gas sia per i costi di installazione (80/90 euro al mq) che per quelli di gestione. un esempio: consideranto un appartamento di 80mq con classe isolamanto C, 180 giorni di riscaldamento, euro 0,20 ak KW/h dicono che spendi circa Euro 640 l'anno. Ad oggi spendo circa 1250 euro l'anno di gas per stare più delle volte al freddo poichè la casa dove abito è piena di spifferi etc...senza considerare il costo di manutenzione della caldaia di 90 euro l'anno (almeno qui a Firenze). Dunque l'opzione dell'elettricità sembrerebbe conveniente ma mi sembra troppo bello per essere vero! potresti perfavore delucidarmi?

grazie mille, Massimo
 
Top
16 replies since 4/1/2009, 11:46
 
Reply